Teatrocittà

Via Guido Figliolini 18, 00173 - ROMA

339 8610703   338 67172096

Laboratorio

Teatrale adulti

 
Lavorare su sé stessi

Un laboratorio per lo sviluppo e il potenziamento delle risorse individuali 

- Un luogo in cui sperimentare il cambiamento, ritrovare se stessi oltre i ruoli della quotidianità, dare spazio alle zone inespresse di sé. Individuare il percorso e canalizzare la propria energia creativa. 


- Un training per acquisire consapevolezza dei propri vissuti e trasformarli in materiale creativo.. Utilizzare le emozioni senza perdere gli obiettivi, aprirsi agli stimoli e tradurli in azione.
- Una palestra in cui accordare il proprio strumento, allenare : muscoli, sensi, emozioni, memoria, carattere, abilità, passioni, vocazioni, creatività. 


- Uno spettacolo o un monologo con cui affrontare una sfida oppure divertirsi e far divertire.

Il metodo di lavoro - basato sul training dell’attore e sulle tecniche rese famose dall’ “Actor’s Studio” di New York - mira all’espansione e alla valorizzazione delle proprie potenzialità.
Tecniche di rilassamento, respirazione, esercizi sensoriali e di relazione per favorire la concentrazione, la connessione alla propria sfera emotiva, la ricerca e lo stimolo dei processi creativi. 
Tecniche di comunicazione, improvvisazione, giochi di ruolo, lavoro sul personaggio e analisi del testo. Training su voce, movimento, spazio e ritmo.
Rivolto agli attori, agli aspiranti tali e a tutti coloro che desiderano ampliare la propria consapevolezza e migliorare le proprie capacità comunicative ed espressive. 
Alle diverse sessioni di lavoro si accede previo colloquio preliminare. 

Il Laboratorio è condotto da Patrizia Schiavo

Dal Laboratorio allo Spettacolo

Numerose sono state le messe in scena a conclusione dei nostri laboratori teatrali. Molte sono state replicate più volte grazie al positivo riscontro di pubblico.

2018

DELIRIO (a due o a quanti se ne vuole)

 liberamente ispirato a Eugene Ionesco

Adattamento e Regia Patrizia Schiavo

Con il gruppo di ricerca CNT-LAB     

Teresa Arena, Sergio Bellelli, Daniele Blandino, Sara Boni,  Alice Cappella, Roberta Colussi, Marianna Ferrazzano ,Noemi Gamarra, Andrea Palmacci, Francesco Paolesse

 

Con l’originalità non comune che lo contraddistingue, Ionesco incentra “Delirio a due” sul tema della crisi di coppia, e inserendo un Lui e una Lei in un metafisico stato d’assedio supera qualsiasi ovvietà tematica, arrivando all’estremo parossismo: far ridere inscenando una guerra. “Che succede? Niente di speciale. Tre morti.” La finestra sul massacro è l’unica distrazione di una coppia in lite perpetua. Lite per noia, per la fatica di vivere, per la paura del vuoto. Rituali di assurdità quotidiana, esilaranti e grotteschi, poetici e violenti, commoventi e patetici, si susseguono vagamente interrotti da spari, granate, cannonate che si fanno via via più presenti fino a distruggere l’intero appartamento. Il microcosmo del conflitto interno tra i due, trova logica corrispondenza nel macrocosmo del conflitto esterno. Impossibile ogni via di uscita. Tutto si giustifica. La nostra messinscena si avvale non di una ma di quattro coppie, che sono poi la stessa coppia nelle quattro diverse età e stagioni della vita. Le coppie si alternano nel medesimo "ring", abitato di nascosto da due bislacchi personaggi, che a tratti commentano come arbitri lo scontro interno, spuntando con armi improbabili dal tetto di due “armadi”, assediando l’appartamento come soldati, o diventando demenziali macchinisti nel progressivo disfacimento dello spazio. In una ambientazione surreal-dadaista, water, bauli, vasche da bagno e materassi si trasformano in trincee. Due armadi fungono da porte di “uscita”, torri di avvistamento o abitacoli. 

 

2017

2016

Casa di Rigenerazione

2015

Les Chaises Ensemble

2014

Biancaneve e le Streghe

2013

Meeting Hotel

2012

I Vestiti Nuovi del Re

2011

Ospiti Sgraditi